Relativamente a Microsoft Hyper-V R2 ci sono alcune considerazioni da fare relativamente alla configurazione di rete nel caso di uso della Live Migration, ovvero la  migrazione a caldo delle VM da un host all’altro senza perdite percettibili di comunicazione. I requisiti per mettere in pista la LIVE-MIGRATION sono:
– Minimo due host di virtualizzazione (Due nodi Windows 2008 R2)
– uno storage condiviso (Fiber Channel o iSCSI)
– il servizio di Failover Clustering (aggiunto come Features da S.O.)

Qua trovate un’utile guida per la configurazione scritta direttamente da mamma Microsoft 🙂