Guida Migrazione Posta da Zimbra a 365

Home » Guida Migrazione Posta da Zimbra a 365

Ecco una guida semplice che vi aiuterà a gestire il processo di migrazione posta da Zimbra a 365. Capita spesso di gestire progetti di migrazione all’ambiente cloud di Microsoft Office 365, soprattutto per quanto riguarda la posta elettronica, visto che la gestione delle email è onerosa dal punto di vista sistemistico e comporta costi e attenzioni elevate che possono essere ammortizzati con le soluzioni cloud, come ad esempio Microsoft Exchange Online 365.

Alcuni clienti con implementazioni di VMware hanno scelto di utilizzare la suite di posta proposta dalla stessa, in modo da giocare in casa. Poi però l’azienda è stata acquisita due volte, nel 2013 e nel 2015 e comincia a risentire di tutta una serie di limitazioni e problematiche per cui diventa quasi obbligato il percorso di migrazione ad una soluzione più nuova e performante.

Guida Migrazione Posta da Zimbra a 365:

Step iniziali e Requirement:

Per quanto riguarda, a livello Macro, quelli che sono gli step iniziali intesi come requirement prima di iniziare le attività di migrazione vera e propria, li possiamo sintetizzare secondo il seguente workflow:

Test Zimbra Services:

E’ possibile testare la connettività Zimbra e la fruizione dei servizi di comunicazione del server di posta tramite il seguente url.

Preparazione di Active Directory:

Predisposizione degli oggetti di tipo contatto, gruppo o altre tipologie di oggetto che dovranno essere sincronizzate e gestite in ambito Exchange Online

Analisi e Remediation:

Esecuzione IDFix, in modo da validare e sistemare gli upn in formato dominio instradabile e sistemazione attributi a livello di AD duplicate e che non potrebbero quindi essere sincronizzati verso Azure AD.

Provisioning Oggetti:

Tramite AD Connect eseguire la sincronizzazione degli oggetti, in modo da provisionarli su Exchange Online.

adconnect Guida Migrazione Posta da Zimbra a 365

Per quanto riguarda i possibili approcci per la migrazione degli utenti VIP è possibile sintetizzare tre tipologie:

  • Migrazione basata su PST

  • Migrazione IMAP (server to server)

  • Migrazione di tipo Rich (server to server tramite tools di terze parti)

Migrazione tramite PST

Se già presente Outlook come client di posta in uso, è possibile procedere alla esportazione di tutto il contenuto mailbox, calendar, contatti ed attività verso un file PST per ciascun utente che poi potrà essere caricato su cassetta postale Office 365 già precedentemente attivata; questa procedura permette comunque di gestire anche più sessioni di upload contemporanee ed è possibile gestire il tutto tramite file di mapping in formato csv. Questo tipo di approccio prevede comunque uno switch off nel momento in cui viene rediretto il flusso mail verso Office 365 e l’esportazione del PST una volta modificato il routing di posta.

Tramite questa soluzione è necessario accedere ai contenuti Outlook di ciascun utente interessato alla migrazione e provvedere all’export dei contenuti, siano essi di tipo “Archive”, sia relativamente alla “Posta Online”.

migrazione-posta-da-zimbra-a-365-pst Guida Migrazione Posta da Zimbra a 365

Migrazione IMAP (server to server)

Con la metodologia di migrazione IMAP, il processo non richiede la presenza e/o configurazione del client Outlook, ma sfrutta le funzionalità del protocollo IMAP per attivare una migrazione di tipo Server to Server (Zimbra to 365) e quindi mappando la sincronizzazione delle sole cartelle di posta (limitazione del protocollo IMAP) tra utente Zimbra e nuovo utente corrispettivo su Exchange Online. Questa metodologia di migrazione può scalare sia sul singolo element, fino ad arrivare a migrazioni di tipo multiplo/massivo. E’ anche possibile in Zimbra attivare la User impersonation, che permette di utilizzare un account ad-hoc con diritti di lettura su tutte le cassette postali Zimbra, senza dover quindi specificare e/o conoscere la password di ciascun utente. Con questo approccio, non vengono però gestiti come elementi inclusi nel job di migrazione, i calendar, i contatti e i task.

migrazione-posta-imap Guida Migrazione Posta da Zimbra a 365

Migrazione di tipo Rich

Questo approccio prevede l’utilizzo di tools di terze parti per effettuare una migrazione Server to Server, allineando tutti i contenuti della posta elettronica. Questa soluzione prevede l’implementazione del mail routing tra Zimbra e Office365, configurando un forwarding per-mailbox da Zimbra verso 365, passando tramite un sub-domain di inoltro. I meccanismi con cui viene attivato il processo sono rappresentati dall’abbinata IMAP (porta 993) e delle API SOAP di Zimbra (porta 80 o 443), in modo da accedere a tutti i contenuti, non solo quelli di tipo mailbox. Quest’ultima tipologia di migrazione può essere implementata con diversi tools tra cui:

guida-migrazione-posta-tools Guida Migrazione Posta da Zimbra a 365

Ecco alcuni tools di terze parti per la migrazione della posta da Zimbra a 365, al fine di ottenere una migrazione completa di tutti gli elementi e centralizzarla dal punto di vista della gestione.

Quest On Demand Migration for Email

Transend Migrator

Bit Titan MigrationWiz

Se avete necessità di migrare la vostra infrastruttura Zimbra a 365, non esitate a contattarci anche per una sola analisi iniziale che possiamo offrire in maniera completamente gratuita.

2018-09-28T08:11:17+00:00